Da Huawei il primo router pronto per il 5G
  • MWC 2018

Da Huawei il primo router pronto per il 5G

Huawei pone le basi per la nuova generazione di connettività wireless con il primo modem che supporta lo standard 5G ma che è anche compatibile con le attuali reti 4G

Le reti 5G di nuova generazione sono alle porte e Huawei, che da anni ha investito in attività di ricerca e sviluppo di tecnologie 5G, ha annunciato il primo modem-router CPE 5G (customer-premises equipment) per l'utenza enterprise e consumer che garantisce una migliore qualità di condivisione di dati a una maggiore velocità. Per garantire le massime prestazioni, il dispositivo di Huawei utilizza il chipset Balong 5G01 che promette una velocità di connessioni di picco di 2,3 Gigabit al secondo , naturalmente sfruttando la rete 5G; visto che attualmente questo standard non è ancora disponibile al pubblico, Huawei garantisce la retrocompatibilità con le reti 4G LTE. Il chipset supporta la rete 5G su tutte le bande di frequenza , comprese quelle sub-6GHz e millimetro wave (mmWave), per offrire una soluzione 5G completa e adatta a tutte le differenti condizioni di utilizzo. Particolarmente interessante per target aziendale, il nuovo modem-router Huawei ha una forma cilindrica che ben si sposa anche con le esigenze del pubblico domestico: 30 centimetri di altezza e 2 chili di peso lo rendono un prodotto che non passa inosservato, ma che è anche bello da vedere. Huawei punta a commercializzarlo in due modelli, diversi a livello di tecnologia supportata: quello a bassa frequenza (sub6GHz) e quello ad alta frequenza con supporto per le onde millimetriche : il primo è più piccolo, leggero e supporta appieno le reti 4G e 5G, con un limite massimo teorico di 2 Gbps, 20 volte quello della fibra domestica a 100 mbit. L'unità ad alta frequenza, dal canto suo, è disponibile in unità sia interne che esterne.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Leggi tutto di MWC 2018