Menù Chiudi
MediaWorld_Logo
Cerca Chiudi
Carrello

Lettura carrello in corso...

Il carrello è vuoto

Sconti:
Totale prodotti:
Vai al carrello
  • Approfondimenti

Nuove etichette energetiche: sarà più facile riconoscere gli elettrodomestici più efficienti

Verso la fine delle classi energetiche troppo complesse, come “A+++ -40%”. Con la nuova classificazione, che entrerà pienamente in vigore a partire dal 1° marzo 2021, i requisiti per appartenere alle diverse classi diventeranno più stringenti, a tutto vantaggio della leggibilità dei dati e del confronto tra prodotti

Nel corso degli anni gli elettrodomestici si sono notevolmente evoluti migliorando le proprie performance soprattutto dal punto di vista del consumo energetico, riducendo i costi in bolletta. I progressi dei produttori sono stati però superiori alle aspettative della normativa, portando alla proliferazione di prodotti talmente efficienti da finire “fuori scala”, richiedendo l’utilizzo, per esempio, delle classi A+++ -40%. Questo ha reso opportuna l’introduzione di nuove etichette energetiche , riviste e ottimizzate dall’Unione Europea con lo scopo principale di renderle più facilmente comprensibili e di riportare i prodotti, anche quelli più efficienti, all’interno della classica scala A-G . Le nuove etichette energetiche entreranno pienamente in vigore a partire dal 1° marzo 2021 ; il graduale passaggio è iniziato il 1° novembre 2020, data in cui i produttori hanno iniziato a inserire la nuova etichetta energetica all’interno dei prodotti, affiancandola al vecchio sistema di etichettatura. Fino al 18 marzo 2021, comunque, vecchie e nuove etichette energetiche coabiteranno in tutti gli elettrodomestici ad alta efficienza energetica e fino al 30 novembre 2021 sarà possibile vendere anche modelli con l’attuale etichetta. Le nuove etichette energetiche riguardano frigoriferi e congelatori domestici, lavatrici e lavasciuga, lavastoviglie, TV e display, sorgenti luminose (a partire dal 1° settembre 2021). Per tutte le altre categorie come condizionatori d’aria, asciugatrici, aspirapolvere l’introduzione della nuova etichetta è prevista a partire dal 2022.

 

Cosa cambia con le nuove etichette energetiche?

L’Unione Europea ha deliberato che nella nuova etichetta si torna alla classificazione energetica da A a G eliminando i “+” per migliorare e rendere più immediata la comprensione. Ovviamente questo corrisponde a una “rimappatura” delle classi che porterà a un apparente peggioramento della situazione: un elettrodomestico che oggi è in classe A++ potrebbe trovarsi in classe C. L’elettrodomestico è lo stesso e i consumi anche; a cambiare è solo la classificazione che diventerà più severa, spingendo così i produttori a migliorare ulteriormente i prodotti pur di rientrare nelle classi migliori.

Come districarsi tra le etichette: facile riconoscerle se si guarda il QR Code

Come fare quindi a riconoscere una nuova etichetta energetica? L’aspetto estetico più evidente che differenzia le etichette nuove da quelle attuali è la presenza di un QR Code nell’angolo in alto a destra: inquadrandolo con lo smartphone si ha accesso a informazioni aggiuntive su ogni modello di elettrodomestico. Ma accorgersi che c’è il QR code è anche un modo facile e furbo per capire che si ha a che fare con una nuova etichetta energetica e quindi con le classi diventate più stringenti.

 

Per qualche mese potranno coesistere in negozio, da novembre 2021 ci sarà solo quella nuova

Anche nelle nuove etichette, rimangono le indicazioni dei consumi che possono essere facilmente confrontati con i dati omologhi sulle vecchie etichette, così da rendere comunque possibile un confronto tra due modelli non “omogenei”. La coabitazione in negozio tra nuove e vecchie etichette durerà fino al 18 marzo 2021 (14 giorni lavorativi dopo l’entrata in vigore), dopo quel giorno tutti i nuovi elettrodomestici dovranno avere l’etichetta aggiornata; fino al 30 novembre 2021 sarà comunque possibile vendere anche modelli con l’attuale etichetta. Da dopo questa data, qualsiasi possibile equivoco sarà sanato, visto che potranno essere esposti e venduti solo prodotti dotati della nuova etichetta energetica.

FRIGORIFERI E CONGELATORI

 

ANCHE I COMPARTI DI CONSERVAZIONE PER DETERMINARE LA CLASSE ENERGETICA

La procedura per determinare la classe energetica prende in considerazione il tipo di elettrodomestico, il principio di funzionamento, la temperatura ambiente e il numero e le dimensioni dei comparti di conservazione. Gli altri elementi presenti nella nuova etichetta energetica di frigoriferi e congelatori rimangono sostanzialmente invariati rispetto alla precedente.

1 Consumo energetico in kWh/anno (misurato in base alle nuove condizioni)

2 Volume totale di tutti i comparti congelatore

3 Volume totale di tutti i comparti frigorifero

4 Emissioni sonore espresse in dB(A)  e classe di emissioni sonore  

LAVATRICI

 

COMPARE IL NUOVO PROGRAMMA ECO 40-60

Nella nuova etichetta energetica delle lavatrici è stato modificato il programma di test a cui si riferiscono i valori riportati. Ad esempio il consumo energetico espresso in kWh si basa su 100 cicli di lavaggio del nuovo programma Eco 40-60 (adatto al lavaggio di capi in cotone, lino o tessuti misti), il più efficiente in termini di consumo di energia e acqua, di cui compare anche la durata.

 

1 Consumo energetico ponderato (i valori si applicano a un quarto di carico, a mezzo carico o a pieno carico) in kWh/100 cicli di funzionamento (con programma Eco 40-60)

2 Capacità di carico massima

3 Durata del programma “Eco 40-60”

4 Consumo di acqua  ponderato (i valori si applicano a un quarto di carico, a mezzo carico o a pieno carico)  in litri/ciclo di funzionamento (con programma Eco 40-60)

5 Classe di efficienza della centrifuga

6 Emissioni sonore durante il ciclo di centrifuga espresse in dB(A)  e classe di emissioni sonore (i valori si applicano a un quarto di carico, a mezzo carico o a pieno carico)  

LAVASCIUGA

 

DIFFERENZE TRA CICLO LAVAGGIO + ASCIUGATURA E SOLO LAVAGGIO

L’etichetta energetica delle lavasciuga è divisa in due parti: a sinistra ci sono i valori riferiti al ciclo di funzionamento completo lavaggio + asciugatura, a destra quelli relativi al ciclo di lavaggio (in questo caso le modifiche sono quelle che compaiono sulla nuova etichetta per lavatrici).


1 Consumo energetico ponderato (i  valori si applicano a un quarto di carico, a mezzo carico o a pieno carico)  in kWh/100 cicli (a sinistra riferito al ciclo di funzionamento completo, a destra al ciclo di lavaggio)

2 Capacità di carico massima  (a sinistra riferito al ciclo di funzionamento completo, a destra al ciclo di lavaggio)

3 Consumo di acqua  ponderato  (i  valori si applicano a un quarto di carico, a mezzo carico o a pieno carico)  in litri/ciclo di funzionamento  (a sinistra riferito al ciclo di funzionamento completo, a destra al ciclo di lavaggio)

4 Durata del programma (a sinistra riferito al ciclo di funzionamento completo, a destra al programma “Eco 40-60”)

5 Classe di efficienza della centrifuga

6 Emissioni sonore durante il ciclo di centrifuga espresse in dB(A)  e classe di emissioni sonore

LAVASTOVIGLIE

 

ENTRA IN GIOCO IL PROGRAMMA ECO

La classe di efficienza energetica delle lavastoviglie si basa sempre sul programma Eco, cambia però lo standard del test: vengono utilizzate tazze, pentole e utensili in plastica per determinare le prestazioni di lavaggio e asciugatura e il consumo energetico si basa su 100 cicli di lavaggio. Una novità è che viene specificata la durata del programma Eco.

1 Consumo energetico in kWh/100 cicli di funzionamento (con programma Eco)

2 Numero di stoviglie standard con programma Eco

3 Consumo di acqua in litri/ciclo di funzionamento (con programma Eco)

4 Durata del programma “Eco"

5 Emissioni sonore espresse in dB(A)  e classe di emissioni sonore  

SORGENTI LUMINOSE (lampade elettriche e apparecchi di illuminazione)

 

1.000 ORE PER CALCOLARE IL CONSUMO ENERGETICO

L’etichetta energetica delle sorgenti luminose (in vigore dal 1° settembre 2021) è disponibile in due formati: standard e piccole dimensioni (larghezza inferiore a 36 mm). Oltre alla classe di efficienza energetica viene indicato il consumo di energia elettrica della sorgente luminosa in modalità accesa per 1.000 ore espresso in kWh.

1 Consumo energetico in kWh in modalità acceso per 1.000 ore

2 Codice QR

 

TV E DISPLAY

 

FA IL SUO INGRESSO L'HDR

Il consumo annuale di energia è calcolato in modalità accesa per 1.000 ore durante la lettura di contenuti in gamma dinamica standard ma anche con la funzionalità HDR (High Dynamic Range) attivata. 

1 Consumo energetico in kWh in modo acceso per 1.000 ore durante la lettura di contenuti in Standard Dynamic Range

2 Classe di efficienza energetica e consumo energetico in modo acceso per 1.000 ore durante la lettura di contenuti in High Dynamic Range

3 Diagonale dello schermo visibile in centimetri e in pollici, risoluzione orizzontale e verticale in pixel

TORNA SU