Scegli un negozio
Mostra tutti i negozi

Robot aspirapolvere: basta un'app e la pulizia è fatta

Alessandra Lojacono3 FEBBRAIO 2022

Il robot aspirapolvere è un fedele alleato nelle pulizie domestiche di tutti i giorni. Si muove da solo per tutta la casa, evita gli ostacoli, si adatta a diverse superfici e grazie alla connessione Wi-Fi si può programmare da remoto

Sempre di più i robot aspirapolvere sono entrati a far parte degli apparecchi necessari per combattere lo sporco domestico. Non si sostituiscono alle pulizie di routine ma sono un valido aiuto per mantenere l’igiene quotidiana senza fatica; la semplicità d’uso e lo svolgimento delle operazioni di pulitura dei pavimenti in autonomia hanno reso questi prodotti irrinunciabili per chi non può dedicare molto tempo alle attività domestiche. Grande vantaggio è la possibilità di gestire tutte le funzioni dell’apparecchio tramite i device mobili da remoto in qualunque luogo ci si trovi e programmare le pulizie: è possibile monitorare dall’app lo stato di avanzamento delle operazioni di pulizia e ricevere notifiche in caso di malfunzionamento. Tra le principali peculiarità del prodotto c’è la capacità di infilarsi senza problemi sotto mobili, letti e negli angoli più nascosti aspirando detriti, polvere e briciole, grazie alla particolare forma. Le spazzole e le setole combinate alla forza dell’aspirazione permettono di catturare capelli e peli, utile se in casa vivono animali, ed evitano la diffusione di pulviscolo causa di allergie.

I vantaggi dei robot connessi

I robot aspirapolvere connessi hanno diversi vantaggi primo fra tutti quello di lavorare in totale autonomia anche quando non siamo in casa. Nella scelta, inoltre, è bene prendere in considerazione le caratteristiche e le funzioni dei modelli in commercio per valutare bene quello più adatto.

robot aspirapolvere briciole sedia ostacoli

Se non siamo in casa il robot lavora meglio

Il robot agisce sicuramente meglio senza la presenza di ostacoli umani così che possa pulire meglio e nello stesso tempo si evitano fastidi per gli abitanti.

Vai dove ti dico io!

Attraverso l’app è possibile guidare il robot in un punto specifico, visualizzare la mappa completa delle stanze in cui ha eseguito il proprio lavoro ed eventualmente farlo ripassare se non si è soddisfatti e visualizzare le statistiche di pulizia.

Pulizia sotto controllo

Con lo smartphone si può monitorare l’avanzamento delle operazioni di pulizia e ricevere notifiche in caso in cui il robot è scarico, è rimasto bloccato o è impossibilitato a proseguire per qualche malfunzionamento.

robot aspirapolvere silenzio animali

Nessun disturbo

È possibile variare l’orario di inizio delle operazioni di pulizia ogni volta che si vuole in base agli impegni degli abitanti della casa : si può far partire il robot se si devono ricevere degli ospiti inattesi o bloccarlo se in quel momento qualcuno è in casa e non vuole essere disturbato.

Sensori

Ogni robot domestico è dotato di sensori che gli permettono di non ribaltarsi, di riconoscere dislivelli e scalini, di individuare un tappeto, gambe di tavoli e sedie, mobili. I sensori possono essere “a tocco” ma nella maggior parte dei casi sono ottici o a raggi infrarossi.

Forma/Design

Esistono robot domestici tondi altri più squadrati, con un design a “D”, questi ultimi catturano più facilmente la polvere negli angoli anche quelli più remoti.

robot aspirapolvere spazzole

Autonomia

È importante valutare l’autonomia garantita da una sola ricarica: se si vive in un monolocale può essere sufficiente un’ora mentre se la casa è più grande si avrà bisogno di due ore o più. La maggior parte dei robot, comunque, quando si sta scaricando torna alla stazione di ricarica e poi prosegue la pulizia da dove l’aveva interrotta.

Spazzole

In base all’abitazione è bene valutare la presenza e la lunghezza delle spazzole laterali che devono raggiungere bene gli angoli, oltre all’ampiezza della spazzola principale.

Gestire il robot aspirapolvere “senza mani”

Il proliferare di dispositivi compatibili con i principali assistenti vocali (Google Assistant e Alexa) coinvolge anche i robot aspirapolvere facendo in modo che si integrino perfettamente nell’ecosistema smart dell’abitazione. Per avviare, arrestare e comandare i modelli più recenti di robot domestici è sufficiente la nostra voce senza l’obbligo di dover utilizzare lo smartphone. La configurazione è facile: è sufficiente aggiungere il device autenticandosi nell’app con le proprie credenziali e il robot viene immediatamente riconosciuto. Non manca anche la compatibilità con il servizio di automazione IFTTT che permette di far parlare tra loro prodotti, servizi e piattaforme che ufficialmente non sarebbero compatibili tra loro.

Dimmi che abitazione hai (e con chi vivi) e ti dirò che robot scegliere

robot aspirapolvere forma a D

DIMENSIONI

Nella scelta di un robot aspirapolvere prima di tutto occorre valutare le dimensioni e la disposizione dell’abitazione. Se si vive in un monolocale (non più di 40-45 mq) si può optare per un modello con circa 60 minuti di autonomia e un serbatoio di piccole/medie dimensioni; se invece la casa è più grande è bene valutare dispositivi con almeno 2 ore di autonomia (normalmente in 120 minuti il robot è in grado di pulire 150 mq) e se l’abitazione è disposta su più piani si possono valutare robot in grado di memorizzare più mappe e con sensori che gli permettono di riconoscere gli scalini così da evitarli.

robot aspirapolvere pavimento spazzole

TIPO DI PAVIMENTO

Generalmente i robot domestici sono adatti a tutti i tipi di pavimento, dal marmo al più delicato parquet. In alcuni modelli è presente una funzione che rileva il tipo di superficie e produce la potenza di aspirazione più adatta; quindi quando il robot passa su tappeti e moquette il motore aumenta la potenza per aspirare al meglio tutta la polvere. Solitamente sono disponibili differenti tipologie di spazzole che permettono di agire con più efficacia in presenza di peli, briciole e altri tipi di detriti.

robot aspirapolvere sensori scale

OSTACOLI E DISLIVELLI

È naturale che nella maggior parte delle abitazioni siano presenti mobili, tavoli, sedie, tappeti, tutta una serie di ostacoli che i robot aspirapolvere sono in grado di individuare grazie ai numerosi sensori di cui sono dotati che consentono anche di evitare ostacoli capitati per caso come giochi dei bambini o dei nostri amici animali. Inoltre, la maggior parte dei modelli in commercio sono alti poco più di 9 cm quindi in grado di passare sotto a divani e mobili.

robot aspirapolvere peli animali

ANIMALI

Se in famiglia vivono amici a “quattro zampe” è meglio propendere per modelli appositamente studiati, con funzionalità dedicate in grado di rimuovere con facilità i peli sparsi per casa . Inoltre scegliendo un modello che consente di creare delle linee di demarcazione possiamo dire al robot di non andare vicino alla cuccia e alle ciotole di cani e gatti.

I 5 motivi per dire "non ne posso più fare a meno"

robot aspirapolvere zero fatica

Zero fatica

Il grande vantaggio dei robot aspirapolvere è che non dobbiamo muovere un dito, a pulire ci pensa lui. Una volta programmato si muove in completa autonomia nelle varie stanze raccogliendo tutto quello che trova sulla sua strada, polvere, granelli, peli; grazie alla sua forma riesce a infilarsi sotto mobili, letto o divano, passa lungo i muri e negli angoli. Nel frattempo possiamo dedicarci alle nostre attività preferite.

Sistema filtrante

I robot hanno un proprio sistema filtrante che cattura allergeni e acari della polvere ed espelle aria più pulita rispetto a quella che respiriamo , utile se in casa ci sono persone che soffrono di allergie e bambini. In base ai modelli può essere di un solo livello o arrivare fino a 3. I prodotti migliori sono dotati di filtrazione HEPA che è sinonimo di alte prestazioni.

robot aspirapolvere svuotamento automatico

Facile manutenzione

Uno dei grandi vantaggi dei robot aspirapolvere è la semplice manutenzione: occorre svuotare il serbatoio dove si raccoglie la polvere e verificare che le spazzole e le ruote siano pulite. Alcuni dei modelli più evoluti (come il Roomba i7+) prevedono addirittura lo svuotamento automatico del contenitore della polvere grazie a una base all’avanguardia.

Semplice programmazione

Programmare la pulizia della casa con un robot aspirapolvere è davvero molto semplice . Basta associare il nostro modello nell’app dedicata che guida passo passo nella gestione del dispositivo e nell’aiutare a stabilire quando, giorni della settimana e orari, mettere in moto la fase di pulizia.

robot aspirapolvere mappatura casa

Mappatura della casa

I robot domestici di ultima generazione sono in grado di memorizzare la mappa di casa, gli ambienti che la compongono oltre alla disposizione di mobili o di eventuali ostacoli. Durante i primi cicli di pulizia il robot inizia ad apprendere e ad esplorare gli spazi e attraverso l’app è possibile delimitare le stanze e impostare le linee di demarcazione per impedirgli di passare in alcune zone.