Mediaworld Logo

APP DAYS: Solo su APP SCONTI FINO AL 15% ! Associa la tua carta MW Club al tuo account o richiedila qui. Termini e condizioni

Auricolari Jabra Elite di nuova generazione con custodia “smart”

Alessandra Lojacono11 GIUGNO 2024
unknown description

Jabra ha annunciato due nuovi modelli di auricolari true wireless della famiglia Elite che spiccano in particolare per la presenza della custodia smart LE Audio che permette lo streaming wireless da qualsiasi dispositivo con porta USB-C o da 3.5 mm

Seconda generazione per gli auricolari true wireless Elite di Jabra: sono stati annunciati Elite 8 Active Gen 2 e Elite 10 Gen 2 nati per migliorare sempre più l’esperienza audio. La prima novità che spicca è la presenza di una custodia smart LE Audio, con doppia compatibilità USB-C e jack da 3.5 mm, che permette agli utenti di trasmettere l’audio da una serie di dispositivi diversi direttamente agli auricolari. Il supporto al Dolby Atmos consente agli auricolari Jabra Gen 2 di trasmettere una migliore esperienza audio, mentre la tecnologia a 6 microfoni e gli algoritmi con intelligenza artificiale accrescono la qualità delle chiamate. È stata migliorata anche la tecnologia ANC per una cancellazione dei rumori a media e bassa frequenza. Il rumore del vento e i fischi sono notevolmente ridotti grazie all’integrazione della tecnologia Natural HearThrough e aumenta la consapevolezza dell’ambiente circostante.
Il modello Elite 8 Active Gen 2 ha un grado di protezione IP68 per resistere al sudore e all’acqua, una vestibilità sicura senza alette grazie alla tecnologia Jabra ShakeGrip e una durata della batteria che arriva fino a 8 ore (fino a 32 ore con la custodia). Gli auricolari Elite 10 Gen 2 presentano un design semiaperto con tecnologia Jabra ComfortFit per un utilizzo senza problemi per tutto il giorno e offrono una durata della batteria fino a 6 ore (fino a 27 ore con la custodia), oltre a un grado di protezione IP57.

MediaWorld Magazine è una testata giornalistica di informazione tecnologica registrata presso il tribunale di Monza n. 1408 del 24/06/1999