Mediaworld Logo

Windows 11 senza barriere: ecco come il PC è dalla parte dei diversamente abili

Gianfranco Giardina16 MAGGIO 2024
unknown description

Il PC è oramai uno strumento utilizzabile da tutti, capace di compensare anche eventuali deficit motori, sensoriali e neurologici. La Giornata Mondiale di Sensibilizzazione sull'Accessibilità è l’occasione giusta per accendere i riflettori sulle funzioni di Windows 11 che rendono gli strumenti digitali aperti veramente a tutti

Il 16 maggio si celebra la Giornata Mondiale di sensibilizzazione sull'accessibilità e ora possiamo dire che sempre più il mondo digitale sta sostituendo quelle che potevamo considerare barriere tecnologiche con veri e propri "scivoli": la tecnologia è diventata decisamente inclusiva e adeguata a qualsiasi tipo di abilità e di competenza. Un esempio vivente è l'evoluzione di Windows, il più diffuso sistema operativo, che con il suo ultimo aggiornamento Windows 11, integra un set di strumenti che va proprio nella direzione della massima inclusività, così da garantire pari opportunità digitali a tutti, a prescindere dal livello di abilità.

Scopri tutto sull'Intelligenza artificiale nella nostra sezione dedicata. Clicca qui.

unknown description

Disabilità motorie: tastiera e mouse non sono “obbligatori”

Laddove il deficit sia di carattere motorio, Windows permette di svolgere moltissime operazioni anche senza l'utilizzo di tastiera e mouse. Il login iniziale, grazie a Windows Hello, può avvenire anche solo con il riconoscimento facciale. L'input diventa vocale (oramai, grazie anche all'intelligenza artificiale, la qualità del riconoscimento vocale è migliorata drasticamente): al PC Windows 11 oramai si può "parlare", sia per lanciare determinati programmi, per passare da un’app all’altra, per navigare il Web oltre che, ovviamente, per dettare dei testi; e il riconoscimento funziona anche senza connessione a Internet, visto che il motore è a bordo del PC.

Ma non solo: è anche possibile fare a meno del mouse usando i tasti a crociera della tastiera (esistono anche tastiere specifiche per chi ha problemi di carattere motorio); o addirittura, sfiorando la fantascienza, si può muovere il puntatore grazie alle funzioni di controllo ottico: una speciale webcam "aggancia" la posizione delle pupille dell'utente e ne deduce il punto in cui sta guardando, spostando di conseguenza il puntatore.

I deficit visivi: tante le contromisure possibili

Sono molte le contromisure messe a punto da Microsoft per i deficit visivi: un primo livello, per chi fatica a vedere il piccolo puntatore del mouse, viene dalle scorciatoie da tastiera. Ce ne sono tante molto utili già pre-configurate ma è anche possibile crearne secondo le proprie esigenze. Un aiuto ancora più concreto arriva dall'assistente vocale, per esempio, che è in grado letteralmente di leggere lo schermo, testo e contesto, descrivendo a parole anche le immagini, abilitando così anche i non vedenti all'interazione digitale. Ci sono molti livelli e funzioni di lettura, serve configurare bene il PC secondo le proprie esigenze e impratichirsi un po’, ma certamente per non vedenti e ipovedenti è una soluzione decisiva.

Specificatamente per gli ipovedenti, poi, c'è la possibilità di attivare la "lente di ingrandimento" che si muove insieme al mouse, per rendere immediatamente leggibili i testi più piccoli o meno chiari. Questa funzione può essere integrata anche con quella di lettura vocale e impiegata anche con le combinazioni colore ad alto contrasto, ideali per mitigare alcune forme di ipovisione. Ci sono poi gli schemi cromatici modificati per garantire una piena discrezione delle tinte anche agli utenti daltonici.

I deficit uditivi: non sentire o sentire poco non è più una “colpa”

Anche i deficit uditivi, apparentemente meno impattanti nell’utilizzo del PC, possono essere mitigati grazie a strumenti ad hoc di Windows 11: ci riferiamo, per esempio, alla possibilità di impostare brevi flash luminosi sullo schermo in corrispondenza delle notifiche acustiche; oppure alla possibilità di attivare sottotitoli automatici in tempo reale per qualsiasi sorgente video.

unknown description

Ci sono soluzioni anche per chi fa fatica a tenere la concentrazione

L'inclusività di Windows 11 non ha limiti e barriere: ci sono strumenti specifici anche per chi ha maggiore difficoltà a mantenere la concentrazione, fattore spesso sottovalutato ma che condiziona non poco la produttività. Tanto più che, per sua stessa natura produce mille stimoli diversi – le notifiche innanzitutto – che possono contribuire a far perdere la focalizzazione sul lavoro che si sta facendo. A questo proposito, per esempio, è possibile spegnere le notifiche, selezionando anche quelle più importanti a cui concedere la possibilità di superare il blocco; oppure, è possibile configurare il tempo di esposizione delle notifiche stesse, aumentandolo se questo aiuta ad elaborare correttamente il messaggio. Il browser Microsoft Edge, poi, offre la modalità di lettura immersiva, grazie alla quale tutti i disturbi rispetto al testo e alla sua leggibilità, vengono attenuati, permettendo così anche ai meno "attenti" di immergersi completamente nella lettura della pagina in questione. Tutte funzioni presenti sottotraccia in Windows 11 e attivabili facilmente secondo le esigenze di ogni singolo utente.

unknown description

Insomma, ne esce una fotografia di una tecnologia digitale che è in realtà molto lontana dai luoghi comuni, dimostrandosi inclusiva nei confronti di chi ha problemi di accessibilità molto più di quanto non facciano i comuni media, come giornali, radio e TV. E i grandi risultati raggiunti finora sono probabilmente destinati a essere ulteriormente migliorati grazie allo sbarco anche sui PC (e in locale) degli strumenti basati sulle reti neurali e sull’Intelligenza Artificiale. Si tratta di strumenti potenti che promettono di diventare un vero aiuto nella democratizzazione della società digitale: saremo tutti sempre più abili, a prescindere dal punto di partenza di ognuno. Stay tuned…

MediaWorld Magazine è una testata giornalistica di informazione tecnologica registrata presso il tribunale di Monza n. 1408 del 24/06/1999

unknown description
L'Intelligenza Artificiale

Come funziona l’Intelligenza Artificiale

Apprendimento automatico, profondo o elaborazione del linguaggio naturale? Il funzionamento dei diversi tipi di Intelligenza Artificiale dipende da come vengono usati i dati elaborati da processori dedicati e da come vengono “addestrate”

Leggi di più su Come funziona l’Intelligenza Artificiale