Posizionare i cibi in modo corretto nel frigorifero

Alessandra Lojacono13 GENNAIO 2023

L’organizzazione degli spazi interni del frigorifero gioca un ruolo chiave. È utile osservare la disposizione, il numero e la configurabilità dei ripiani e gli accessori disponibili oltre la presenza di zone o cassetti a temperatura differenziata, tutto per risparmiare tempo ed energia

Un frigorifero ben organizzato e strutturato all’interno fa risparmiare tempo e anche energia elettrica. I cibi sono subito identificati e, non dovendo cercarli tenendo la porta aperta, si riduce la dispersione del freddo con conseguente risparmio in bolletta e maggiore efficienza dell’elettrodomestico. Ma è anche importante che gli spazi siano facilmente riconfigurabili per ospitare temporaneamente contenitori o alimenti “fuori formato” o adattarsi a super-carichi.

Ogni alimento ha bisogno di specifiche condizioni di temperatura e di umidità per conservarsi a lungo e nel modo ottimale. I frigoriferi più evoluti presentano zone o cassetti con temperature differenziate e umidità controllata ricreando le condizioni di raffreddamento ottimali per ogni tipo di cibo. Esempio classico è il cassetto dedicato a frutta e verdura a umidità controllata e dove la temperatura non è eccessivamente bassa (fino a 10°C) per non disidratare o gelare gli ortaggi che hanno un’elevata quantità di acqua. C’è poi il cassetto a bassa temperatura, intorno a 0 °C (tra i -2 °C e i 2 °C), ideale per la conservazione di carne e pesce.

Le basse temperature contribuiscono alla riduzione della formazione di batteri, prolungando la durata e mantenendo inalterate più a lungo le proprietà organolettiche e nutritive di questi alimenti.

frigorifero

Il ripiano superiore del frigorifero è perfetto per conservare prodotti da forno con alto contenuto di latte, come alcune torte, oppure pesce e carne affumicata che non devono essere conservati a una temperatura troppo bassa.

Nel ripiano intermedio è meglio posizionare formaggi, anche quelli cremosi, e subito sotto conserve e vasetti che sono già stati aperti, yogurt e panna fresca oltre ad eventuali avanzi del giorno prima. Per un corretto posizionamento sono utili anche ripiani scorrevoli o a scomparsa per bottiglie o alimenti più ingombranti oltre ai balconcini sulla porta perfetti per sistemare bottiglie, latte, marmellate, condimenti, salse come ketchup e maionese, uova e il burro che andrebbe conservato preferibilmente nel balconcino superiore per averlo sempre fresco e spalmabile.

Consigli in pillole per organizzare il frigorifero

  • Non sovraccaricare il frigorifero per non costringere il dispositivo ad utilizzare troppa energia per il raffreddamento e quindi evitare un eccessivo consumo energetico

  • Utilizzare le zone con le diverse temperature dedicate ad alimenti specifici

  • I cibi che hanno una durata di conservazione più lunga vanno posizionati nella parte posteriore del frigorifero, quelli da consumare più velocemente vanno sistemati sul davanti.

  • Distribuire frutta e verdura nei cassetti dedicati

  • Il cibo aperto deve essere conservato in contenitori, alluminio o pellicola per prevenire la diffusione di germi

  • Non devono essere messi in frigorifero alimenti ancora caldi ma bisogna attendere che si siano raffreddati

  • Il frigorifero deve essere regolarmente pulito, consigliabile una volta al mese, e se non è prevista la tecnologia No Frost va anche sbrinato

MediaWorld Magazine è una testata giornalistica di informazione tecnologica registrata presso il tribunale di Monza n. 1408 del 24/06/1999