Mediaworld Logo

La pulizia dell'asciugatrice: come prendersene cura

Cristina Dainese30 GENNAIO 2024
unknown description

Pulire regolarmente l'asciugatrice è importante per ottenere capi igienizzati e perfettamente asciutti, oltre a mantenerla efficiente e preservarne la durata nel tempo. Scopriamo insieme come puoi prenderti cura della tua asciugatrice per mantenerla sempre al massimo delle sue capacità e assicurarti un bucato impeccabile!

L’asciugatrice è un elettrodomestico fondamentale, specialmente durante la stagione invernale, che permette di prevenire l’umidità in casa eliminando lo stendino. Tuttavia, senza un'adeguata manutenzione, l’asciugatrice potrebbe iniziare ad allungare il ciclo di asciugatura o a restituire indumenti poco profumati, a volte persino umidi, portando a pensare che sia giunto il momento di sostituirla. In realtà, spesso è sufficiente una profonda pulizia di tutte le sue parti per ripristinare la sua efficienza originaria. La manutenzione periodica dell'asciugatrice non solo garantisce capi asciutti e profumati, previene la formazione di muffa e si rivela anche la strategia migliore per preservarne la durata nel tempo e prevenire eventuali malfunzionamenti.
Ma come pulire l'asciugatrice? Ecco alcuni consigli per pulire l’asciugatrice alla massima efficienza: scopri i segreti per una pulizia efficace e duratura per evitare che l’asciugatrice puzzi e i panni emanino un cattivo odore.

Come pulire il filtro lanugine dell’asciugatrice

unknown description

L’asciugatrice è soggetta all’accumulo di residui di tessuto e lanugine, che col tempo potrebbero ostruire i filtri e compromettere l’asciugatura. Il filtro ha il compito di raccogliere questi normali residui provenienti dai capi immessi ad asciugare che, se andassero in circolo durante l’asciugatura, potrebbero causare danni al motore e rallentarne il funzionamento.
Pulire il filtro dell’asciugatrice è semplice: basta estrarre le due parti del filtro, evitando che la lanugine cada nel condotto aperto, separare le due parti, aprire entrambi i filtri e rimuovere tutti i residui manualmente con uno spazzolino a setole morbide o in combinazione con un’aspirapolvere impostata alla potenza minima, in modo da eliminare pelucchi e lanugine che si sono depositati sulle reti sottili del filtro. Subito dopo, bisogna richiudere il filtro e rimetterlo nel suo alloggiamento. Questa operazione andrebbe eseguita al termine di ogni ciclo di asciugatura.

Una volta al mese, è consigliabile eseguire una pulizia più approfondita del filtro: dopo averlo ripulito dalla lanugine, bisogna immergerlo in una bacinella con acqua e aceto e spazzolarlo con uno spazzolino da denti. Successivamente, va sciacquato e lasciato asciugare prima di riporlo nel suo vano. Dopo la pulizia del filtro, è consigliabile pulire anche il vano di alloggiamento.

Come pulire il condensatore (scambiatore di calore)

Per garantire un funzionamento ottimale dell'asciugatrice non basta pulire solo il filtro lanugine, è indispensabile pulire anche il condensatore, un componente a forma di griglia lamellare che si trova nell’angolo inferiore dell’apparecchio, accessibile attraverso uno sportello dedicato. Col passare del tempo, infatti, la griglia del condensatore può accumulare sporco e lanugine, che potrebbero causare problemi di funzionamento, ad esempio un'asciugatura meno efficace o con cicli più lunghi. La pulizia del condensatore va fatta periodicamente (almeno una volta all’anno, dipende dall’utilizzo), alcuni modelli dispongono di un indicatore che si illumina o lampeggia quando è necessario fare la pulizia, altri un segnale acustico.

Tuttavia, è essenziale distinguere tra il condensatore dell'asciugatrice a condensazione e il condensatore della pompa di calore, che sono completamente differenti. Nel primo caso, il condensatore può essere facilmente estratto e pulito; invece, quello della pompa di calore è parte integrante del sistema e non è estraibile, si può togliere solo il cassetto filtro. Alcuni modelli dispongono di un condensatore autopulente che non richiede alcuna pulizia manuale.

Prima di iniziare la pulizia del condensatore, è necessario staccare la spina dell’elettrodomestico per agire in tutta sicurezza. L'accesso al condensatore può variare a seconda del modello di asciugatrice: fare sempre riferimento al manuale utente fornito con l’apparecchio.

Asciugatrice a pompa di calore: aprendo lo sportello si accede al cassetto filtro che nei modelli più recenti raccoglie tutta la lanugine sfuggita al filtro apposito, quindi non è più necessario pulire direttamente il condensatore. Basta tirare la maniglia per estrarre il filtro e pulirlo in pochissimo tempo sotto l’acqua corrente, poi lasciarlo asciugare completamente prima di riposizionarlo nel suo vano. Se l’asciugatrice non è recente, potrebbe essere necessario pulire anche la parte a vista del condensatore, che si trova subito dietro il cassetto filtro. Sarà possibile pulire le lamelle del condensatore utilizzando diversi strumenti, come uno spazzolino morbido, un panno umido di acqua e aceto o l'aspirapolvere o anche la loro combinazione. Bisogna spazzolare con delicatezza e con un movimento verticale per non danneggiare le maglie, specialmente se si sta usando un’aspirapolvere.

Asciugatrice a condensazione: bisogna aprire lo sportello ed estrarre il condensatore tramite la pratica maniglia. Meglio posizionare sempre uno straccio sul pavimento poiché potrebbe fuoriuscire dell’acqua. Per pulirlo, è sufficiente mettere il condensatore in posizione verticale sopra una vasca e rimuovere lo sporco con acqua corrente. Terminato il lavaggio bisogna farlo asciugare completamente prima di riposizionarlo in sede. Nel pulire le lamelle è necessario prestare la massima attenzione e utilizzare dei guanti in quanto sono molto taglienti. Nel frattempo si può pulire il vano con l’aspirapolvere e un panno morbido inumidito d’acqua per eliminare lo sporco dalle guarnizioni.

Come pulire oblò e cestello dell’asciugatrice

Se i vostri capi escono dall’asciugatrice poco profumati, è il momento di iniziare a pulire e disinfettare l'asciugatrice, soprattutto l’oblò, il cestello e anche le guarnizioni per eliminare le eventuali tracce di umidità, sporco e lanugine che possono deteriorarsi e lasciare cattivi odori. Nel caso ci sia della lanugine sull'oblò, basterà rimuoverla con un panno di cotone. Per quanto riguarda il cestello, invece, è consigliabile utilizzare un panno morbido inumidito con un detergente non abrasivo o una soluzione di acqua e aceto bianco (in proporzione di 1:1 l’odore di aceto svanisce rapidamente). Una pulizia periodica assicura che l’interno dell’asciugatrice rimanga pulito e igienizzato, in modo che gli indumenti siano sempre privi di odori sgradevoli. Un accorgimento da adottare riguarda la pulizia periodica del sensore di umidità che rileva quando il carico è abbastanza asciutto da terminare il ciclo di asciugatura. È posizionato sul lato interno della porta, per pulirlo è sufficiente usare il lato più duro di una spugna per piatti inumidita con una spruzzata di acqua e aceto, in modo da rimuovere lo strato di calcare che si potrebbe essere formato ed eliminare i vari residui lasciati dai detersivi.

Svuotare il contenitore della condensa

Durante l'asciugatura del bucato, all'interno dell'apparecchio si genera della condensa. Se l’asciugatrice non è collegata a un tubo di scarico, l'acqua di condensa verrà raccolta in un apposito contenitore che deve essere svuotato al termine di ogni ciclo di asciugatura o se si riempie prima che il bucato sia asciutto. Solo un corretto svuotamento dell'acqua di condensa può garantire la durata dell’elettrodomestico e prevenire danni a lungo termine.

Oltre alla pulizia regolare dell’asciugatrice, ci sono alcune buone abitudini che possono contribuire a preservarne la pulizia e l'efficienza, prevenendo la formazione di muffa e cattivi odori sugli indumenti.

  • L’asciugatrice non andrebbe mai sovraccaricata: tutti abbiamo la tentazione a massimizzare il carico per ridurre i cicli di asciugatura e avere più panni possibili asciutti, ma quest’abitudine compromette il buon funzionamento dell’elettrodomestico. Se l’asciugatrice viene sottoposta a sollecitazioni eccessive, l’efficienza si riduce e i consumi energetici aumentano. Una regola generale è quella di riempire il cestello solo a metà, in modo da lasciare ai panni lo spazio necessario per muoversi liberamente durante l’asciugatura e assicurare risultati ottimali.
  • Sarebbe meglio evitare di inserire nell’asciugatrice panni di tessuti e spessori diversi, poiché hanno tempi di asciugatura differenti. Ad esempio, una maglietta di cotone si asciuga più velocemente rispetto a un paio di jeans, quindi l’asciugatrice non potrà funzionare al suo meglio e potreste ritrovarvi con qualche capo ancora umido al termine del ciclo.
  • Lasciare sempre l’oblò aperto in modo che non possa rimanere umidità all’interno dell’asciugatrice.
  • Svuotare l’asciugatrice appena finito il ciclo di asciugatura, senza far passare ore.
  • Per igienizzare il cestello e dare un tocco profumato in più ai vostri capi, è possibile utilizzare gli oli essenziali, ad esempio il tea tree oil o la lavanda. Basta aggiungere alcune gocce di olio essenziale su un apposito supporto da inserire nell’asciugatrice insieme al bucato, come la classica pallina di lana o anche un vecchio calzino. Per profumare l’asciugatrice e il bucato, si può usare anche una piccola spugna imbevuta di ammorbidente che va strizzata prima di essere inserita insieme ai panni.

MediaWorld Magazine è una testata giornalistica di informazione tecnologica registrata presso il tribunale di Monza n. 1408 del 24/06/1999

Leggi anche... (13)
unknown description
Guide all'utilizzo

Navigare in sicurezza con il parental control

Il parental control è uno strumento molto utile per impostare i filtri necessari perché i più piccoli abbiano accesso ai dispositivi digitali in modo consapevole. Vediamo come impostarlo su PC, TV, smartphone e tablet

Leggi di più su Navigare in sicurezza con il parental control